Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

“Ti ammazzo se non sposi chi dico io”. La sinistra riesce a restare muta

Francesco Storace
  • a
  • a
  • a

Chissà se Enrico Letta o qualcuno dei suoi ha letto un istruttivo post su facebook di una collega, Serenella Bettin, che vale più di mille editoriali sul caso di Saman Abbas, la sventurata ragazza pakistana scomparsa e probabilmente assassinata in famiglia per il suo rifiuto ad un matrimonio combinato.
Il senso del post è “o sposi chi dico io o ti ammazzo”. Crudele, ma vero. Durissimo, ma non ipocrita. Realtà, non fiction.
È la sinistra che deve fare i conti con un’integrazione fasulla. Perché costoro pretendono che la loro religione diventi legge a casa nostra. E non si può fare.

 


“Letta che tanto si è prodigato per indossare la maglia della Open Arms, perché stavolta non spreca mezza parola e indossa la maglia con il volto di Saman?”, chiede la Bettin.
E ancora. “Saman l’hanno fatta sparire perché si era opposta a un matrimonio combinato. Uno di quei duemila l’anno che combinano queste famiglie per le loro figlie. Sono ragazzine di quindici anni date in spose ai cinquantenni.
Quando nasci sei già predestinata a qualcuno”. Ed è davvero orribile.
Ma ancora peggio è l’assenza di reazioni del Palazzo. O meglio, in politica si è fatto sentire con grande vigore il mondo di destra, a partire da Lega e Fratelli d’Italia. Per non dire della stessa Forza Italia.

 


Da sinistra un cumulo di sciocchezze, a partire da quella incredibile che ha notato Giorgia Meloni: “Blaterano che se avesse avuto la cittadinanza italiana si sarebbe salvata. È vero l’esatto opposto invece: con le leggi che vuole la sinistra, sarebbero stati cittadini italiani i suoi presunti assassini prima ancora che lei, così che avremmo oggi una giovane donna uccisa da degli italiani. È così che la sinistra vuole risolvere il problema di comunità straniere che non si integrano e che continuano ad applicare una legge parallela in Italia. Invece di pretendere il rispetto delle nostre leggi e della nostra cultura da parte di chi arriva, la sinistra vuole regalare la cittadinanza a tutti, anche a chi vuole attuare la legge coranica in Italia. Trovo scandalosa l’omertà della sinistra e dei grandi media sulle moltissime donne alle quali è negata ogni libertà in nome dell’Islam. Ma per la sua battaglia immigrazionista la sinistra da sempre è disposta a qualsiasi cosa”. E gli italiani pagano.