Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tempo perso all'Ema. Andrebbero licenziati i signori del farmaco

Francesco Storace
  • a
  • a
  • a

Quei signori del vaccino andrebbero licenziati. Il tempo perso dopo il blocco choc del vaccino AstraZeneca pare intollerabile ai più. Ma non ai signori del farmaco europeo che si sono presi fino a giovedì per “valutare” che cosa è successo al siero.

In pratica l’Europa è appesa alla loro decisione e nel frattempo le dosi scarseggiano.

Poi arriva Ursula Von der Leyen ad annunciare l’arrivo di dieci milioni di dosi Pfizer e come ti fa a non prendere alla testa il sospetto? Avevano le dosi ma ce le nascondevano?

Tutta qui la potenza di fuoco Europea?

E’ davvero inaccettabile che l’Agenzia Europea del Farmaco non abbia sentito il dovere di esaminare la situazione con immediatezza. Non devono fare complicati esami di laboratorio, bensì capire dalle carte che cosa sta accadendo.

“Ci sono tempi che non corrispondono alla situazione di emergenza”, ha notato Matteo Salvini e sarebbe davvero strano dargli torto.

I signori di Bruxelles provino ad immaginarsi al lavoro presso un'azienda privata: avrebbero portato ancora a casa lo stipendio o qualcuno di loro sarebbe stato licenziato senza troppi fronzoli per tutti gli errori commessi?

È ora di ampliare a tutto campo la ricerca dei vaccini e senza pregiudizi di carattere geopolitico. Mentre l’Italia deve accelerare la propria campagna di produzione dei vaccini autorizzati per sbrigarsi a far fronte al fabbisogno nazionale.

Ci lasciamo alle spalle un anno di gravissimi ritardi: non possiamo certo duplicarli. Sconfiggere il virus è fondamentale soprattutto per il ritorno alla normalità: non vogliamo vivere il resto della nostra vita in lockdown.

C’è un diritto a non farsi prendere in giro: e la catena comunicativa delle ultime ore ha messo in gravissima difficoltà governi e popoli in tutta Europa. È ora di reagire finalmente col massimo della serietà usando tutte le possibili armi a disposizione. E se c’è da cambiare ancora qualche altro inadeguato lo si faccia rapidamente. Senza guardare in faccia a nessuno.