Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ormai la sinistra radical chic odia Matteo Renzi. Ha ricominciato Gad Lerner

Francesco Storace
  • a
  • a
  • a

Mai votato per Matteo Renzi. Ma è impossibile non notare quanto odio si stia riversando da sinistra sul leader di Italia Viva. Aver abilmente tolto di mezzo Giuseppe Conte e impallinato uno dopo l’altro i peggiori uomini dell’ex premier sembra avergli valso la condanna a vita.
Un atteggiamento che poi inevitabilmente si riflette nelle mente malate che si mettono a spedirgli proiettili in busta al Senato.

 

 

 


L’ultima è della Stampa, che ha sbattuto in pagina la notizia che Matteo Renzi è a Dubai. In un lussuoso albergo, aggiungono, e subito si chiedono che ci è andato a fare.
Si ficca immediatamente nell’argomento Gad Lerner, quello del Rolex al polso.
Probabilmente senza sapere della querela che Renzi ha già annunciato a La Stampa, ecco la domandina di Lerner postata su twitter: “Che ci fa di grazia il senatore Renzi al Burj Al Arab Hotel di Dubai? Lussuoso weekend di relax con gli amici del Golfo o ennesimo viaggio di lavoro?”.
Ecco, questo è giornalismo? E se fosse andato solo per i fatti suoi – non sarebbe il primo politico ad andare oltreconfine – Renzi lo deve raccontare al mondo?
 Si deve saperlo per i politici – non tutti i politici – ma non per i magistrati? Oppure per i giornalisti? Tutti puri quando vanno fuori? Gad Lerner lo domanda a ciascuno chi paga?

 

 


In pratica siamo rimasti allo spionaggio dal buco della serratura per poi raccontare a tutti la propria invidia. E’ davvero una brutta stagione quella del gossip da lavandaie.
Comunque, Gad Lerner avrà buoni argomenti di lettura. Gli basterà soffermarsi sulla maggioranza dei commenti al suo tweet velenoso. Se vuole sbrigarsi basterà leggere solo i pochi favorevoli. Ma anche in questo caso ha offerto un pessimo esempio di se stesso. Linciaggio in stile radical chic, e francamente non se ne può proprio più.