Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Derby, quante storie: gol di mano, battaglie e successi a tavolino

Tifosi nel derby d'andata

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

No, non può essere una partita banale quella tra Ternana e Perugia. E' il derby dell'Umbria. Una rivalità che va oltre i 90'. Ma restando dentro le partite, storie e personaggi si sprecano. Una sfida sempre appassionante quella giocata a Terni, tra viale Brin prima e Liberati poi. La statistica dice che a Terni i rossoverdi - analizzando solo le partite di campionato e affini - hanno vinto 17 volte, 14 i pareggi, 4 i successi biancorossi. Il primo derby a Terni fu il Torneo Primavera del 1910: finisce 0-0. Poi nel 1925/‘26 il primo successo del Perugia, 0-1, che replica nel 1930/‘31. E' una vittoria a tavolino però perché in realtà sul campo finì 2-2, risultato poi modificato dal giudice sportivo a causa di alcune intemperanze dei sostenitori locali. Nel 1942/‘43 non poteva mancare un derby deciso da Ostromann, il più prolifico cannoniere rossoverde di tutti i tempi dall'alto dei suoi 119 gol. Il bomber originario di Pola, dopo aver deciso due volte il derby a Perugia, segnò una doppietta nel 5-1 che risulta a oggi il punteggio più largo a favore dei rossoverdi. E poi Serlupini. Il miglior marcatore della storia del Perugia a Terni ha giocato e segnato sia con la maglia delle Fere (3-1, Serie C del 1948/‘49) che con quella del Grifo (2-2, IV serie del 1955/‘56; 1-1, IV serie del 1958/‘59). Nel 1968/‘69, ultima sfida al viale Brin, il gol di Montenovo di mano per l'1-1 è passato alla storia. Come il bolide da trenta metri di D'Ermilio nel 1991/‘92 a sigillare l'1-0 rossoverde che diede poi il via al rush finale vincente per la promozione in B. Nell'aprile 2005 altro derby storico: il Perugia, allenato da Colantuono, tornò a vincere a Terni settantaquattro anni dopo l'ultima volta (0-2). Cutolo, a esaltare il Perugia senza tifosi, l'ultimo eroe di una sfida sempre palpitante. si ringrazia lo storico Giordano Martucci