Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il premio Oscar Marion Cotillard al Festival di Spoleto 2018

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Giorgio Ferrara ha aspettato il Lunedì dell'Angelo per rivelare buona parte del programma della 61esima edizione del Festival di Spoleto in programma dal 29 giugno al 15 luglio. L'occasione al direttore artistico l'ha offerta il concerto di Pasqua al teatro Nuovo Giancarlo Menotti eseguito dall'orchestra del Conservatorio musicale Morlacchi di Perugia. "L'aver collaborato l'anno scorso con Silvia Colasanti per il Requiem mi ha fatto decidere di affidare a lei l'opera inaugurale del festival" annuncia Ferrara. Sarà, infatti, Il Minotauro, ispirato al libro di Durrenmatt, con musiche della compositrice italiana Silvia Colasanti, a inaugurare la 61esima edizione del festival il 29 giugno. A dirigere l'orchestra giovanile della scuola di Fiesole sarà Jonathan Webb, regia e scene sono firmate da Giorgio Ferrara così come il libretto realizzato con Rene De Ceccatty. I costumi sono di Darrè. In scena tra gli altri 14 attori dell'Accademia d'arte drammatica Silvio D'Amico. L'evento finale, il 15 luglio nella consueta location di piazza del Duomo, sarà "Giovanna D'Arco al rogo" di Paul Claudel. Sul palco oltre 200 persone tra orchestra, coro e una protagonista assoluta: Giovanna D'Arco interpretata dall'attrice francese, premio Oscar, Marion Cotillard. Servizio completo e principali appuntamenti sul Corriere dell'Umbria del 3 aprile 2018