Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spazio, Samantha Cristoforetti sarà comandante dell'Iss: è la prima donna europea. "Sono onorata"

  • a
  • a
  • a

Novità in vista per Samantha Cristoforetti. L'austronauta italiana, infatti, sarà presto comandante dell'Iss, diventando così la prima donna europea a prendere il comando della stazione spaziale internazionale. Lo ha comunicato l'Agenzia spaziale europea in una nota, ricordando che Cristoforetti assumerà "presto" il ruolo di comandante, subentrando a Oleg Artemyev. Sin dall'inizio della sua missione, Minerva, nell'aprile 2022, "Samantha è stata responsabile del Segmento Orbitale degli Stati Uniti (USOS), supervisionando le attività nei moduli e nei componenti statunitensi, europei, giapponesi e canadesi della Stazione. Con l'assunzione del nuovo ruolo, diventerà il quinto comandante europeo della Stazione Spaziale, seguendo le orme dei precedenti astronauti dell'Esa Frank De Winne, Alexander Gerst, Luca Parmitano e Thomas Pesquet", si legge nella nota.

 

 

"Sono onorata della mia nomina a comandante", afferma Samantha "e non vedo l'ora di attingere all'esperienza che ho acquisito nello spazio e sulla Terra per guidare in orbita un team molto capace". Il direttore generale dell'Esa, Josef Aschbacher, condivide la prospettiva di Samantha. "La scelta di Samantha come comandante dimostra chiaramente la fiducia e il valore che i nostri partner internazionali ripongono negli astronauti dell'Esa. Durante la missione Minerva, ha contribuito notevolmente ai successi scientifici e operativi della Stazione e il lavoro intenso continuerà ora sotto il suo comando". Samantha Cristoforetti diventerà ufficialmente comandante dopo una tradizionale cerimonia di consegna, che si terrà mercoledì 28 settembre, incentrata sul passaggio simbolico di una chiave da parte del precedente comandante.

 

 

David Parker, direttore dell'Esplorazione Umana e Robotica dell'Esa, ritiene che "il bagaglio di conoscenze ed esperienze di Samantha la rende un'ottima candidata per questo ruolo. Come prima donna europea a ricoprire la carica di comandante, spinge ancora una volta in avanti i confini della rappresentanza femminile nel settore spaziale".