Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anche Monti e Travaglioal Festival del giornalismo

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

L'edizione 2014 del Festival internazionale del giornalismo, oltre a rappresentare un interessante esperimento che fa riferimento al crowdfunding  e all'apporto di importanti sponsor, presenta un'agenda di appuntamenti altrettanto interessante. Ecco quelli del 1° e del 2 maggiop: Cécile Kyenge, deputata partito democratico ex Ministro per l'integrazione, Mario Monti, ex presidente del Consiglio e senatore a vita, James Ball The Guardian, Steve Buttry direttore Digital First Media, Joe Parkinson The Wall Street Tra gli argomenti: il caso Snowden, il rapporto tra lobby e potere, l'Europa e l'euro, la comunicazione politica e la sua influenza sulla narrazione giornalistica, il futuro del giornalismo all-digital, il rapporto tra giornalismo e precariato; data journalism, sicurezza digitale, la difficile situazione dei media in Russia, la guerra in Siria, ma anche l'EXPO 2015 e il giornalismo sportivo. Venerdì 2 maggio: tra i moltissimi ospiti della giornata: il giornalista Marco Travaglio, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, Ethan Zuckerman, fra i maggiori studiosi della cultura digitale, direttore del Center for Civic Media al MIT e co-fondatore di Global Voices; Beppe Severgnini, Corrado Formigli, Diego Bianchi, in arte Zoro, Pierluigi Pardo Sport Mediaset... Tra i tanti temi: la ‘Terra dei Fuochi', video e mobile journalism crossmediale, il giornalismo e il suo rapporto con il crowdfunding; la crisi e le soluzioni per combatterla, rifletteremo sui social media, sull'espressioni di odio in rete e sulla diffamazione nell'era di internet. Si parlerà di media e potere in America Latina, della formazione dei giovani, del prezzo della salute: pazienti e ospedali raccontati attraverso i numeri.