Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Flying Lotus ospite di punta di Dancity 2014: venerdì 30 maggio a Spoleto

Flying Lotus

Il festival "vero" si terrà come sempre a Foligno: tre giorni dal 26 al 28 giugno, tra gli artisti già noti Caribou e Jessy Lanza

Giovanni Dozzini
  • a
  • a
  • a

Trent'anni, quattro dischi in studio con cui si è guadagnato grande credito, collaborazioni con gente come la regina del soul del ventunesimo secolo Erykah Badu, un canale aperto coi Radiohead, roba così. Ebbene, Flying Lotus sarà l'ospite di punta dell'edizione 2014 di Dancity. Se conoscete il tipo segnatevi subito la data, perché altre occasioni del genere ricapiteranno difficilmente: venerdì 30 maggio. L'anteprima del festival di musica elettronica si farà a Spoleto. In piazza del Duomo. Un concerto irrituale, indubbiamente, ma il pregio della cornice non fa che aumentare il livello di attesa, per una performance in cui il rapper e produttore californiano sarà accompagnato dal bassista Stephen “Thundercat” Bruner. Da un paio di giorni si possono già comprare i biglietti. Ma le rivelazioni del programma di Dancity 2014 non finiscono qui. Il festival vero e proprio arriverà un mesetto dopo Flying Lotus, tre giorni dal 26 al 28 giugno, a Foligno come sempre. E proprio il 26 segnerà il ritorno di una vecchia conoscenza della manifestazione, ovvero il canadese Daniel Victor Snaith coi suoi Caribou. Sempre elettronica, ma declinata secondo un'ispirazione decisamente più vicina al pop e al rock. E prima dei Caribou, sul palco del cortile di Palazzo Candiotti, altro nome molto interessante: Jessy Lanza, anche lei canadese, voce, sintetizzatori e una buona dose di coraggio. Niente male, come giornata d'apertura. In attesa di conoscere il resto del programma ce n'è già abbastanza per ritenere l'edizione numero nove di Dancity all'altezza della breve ma già solidissima storia del festival.