Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Annullata l'ottava edizionedel Festival del giornalismo:"Risorse insufficienti"

"A fronte di risorse che l'ente regionale ha reso insufficienti - afferma Arianna Ciccone - non ce la sentiamo di vedere il nostro lavoro subire una inevitabile decadenza. Preferiamo chiudere la nostra vicenda al top"

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

In sette anni ha raggiunto risultati lusinghieri, un numero sempre più cospicuo di presenze e un programma sempre più ambizioso a cui hanno aderito negli anni le firme più prestigiose del giornalismo italiano e internazionale, con un'attenzione sempre più specifica verso il passaggio non immune da sofferenze, soprattutto occupazionali, tra la carta stampata e il web nelle costante ricerca di preservare criteri di professionalità giornalistica. Il rapporto difficile del giornalismo tradizionale in relazione all'avvento di quel mare magnum di opinioni e di notizie spesso non sottoposte a verifica del web, è stato in questi anni sviscerato spesso portando in superficie evidenti contraddizioni, ma soprattutto cercando nuove possibilità finalizzate allo scopo ultimo di informare. Informare per crescere e far crescere le coscienze. Ora tutto questo rischia di svanire con un colpo di spugna. Arianna Ciccone, fondatrice del Festival internazionale del Giornalismo, nelle vesti di una novella Medea in procinto di uccidere il suo figlio più amato, annuncia che l'ottava edizione del festival non si svolgerà. E' amareggiata la Medea perugina di origini partenopee, perché da un lato si aspettava un trattamento migliore, dall'altro ha scelto le linea di impatto negando il festival per continuare a scuotere le coscienze. “La settima edizione, quella del 2013, è stata la migliore in assoluto – afferma Arianna Ciccone -, segno evidente che il festival nel corso degli anni ha seguito una traiettoria in crescendo. Ora, a fronte di risorse che l'ente regionale ha reso insufficienti, non ce la sentiamo di vedere il nostro lavoro subire una inevitabile decadenza. Preferiamo chiudere la nostra vicenda al top. Da sottolineare che l'edizione del 2013 è stata organizzata già con il massimo sforzo, vale a dire con un budget già ridotto rispetto all'anno precedente, nonostante tutto, come detto, è stata l'edizione migliore. Un fatto che dimostra – conclude Arianna - quanto il lavoro svolto in questi anni e la fitta rete di relazioni e contatti stabiliti in questi anni, abbia dato i suoi migliori frutti”. L'edizione 2014 del Festival internazionale del giornalismo, prevista dal 30 aprile al 4 maggio, dunque, non si svolgerà. Lunedì 21 ottobre, alle ore 11- annuncia un laconico comunicato – appuntamento all'Hotel Brufani per un incontro pubblico con i giornalisti, i commercianti, i cittadini; un incontro aperto a tutti - così come è sempre stato il Festival - per parlare di questa decisione, spiegarne i motivi e rispondere alle eventuali domande.