Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Prete con i fucili in canonica, parlano vescovo e sindaco

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

La vicenda che ha visto protagonista don Antonio Mandrelli, il parroco 83enne della chiesa della Madonna delle Grazie di Pietralunga che crede nella legittima difesa e che aveva in casa due fucili, sequestrati dai carabinieri, è arrivata fin nelle stanze della diocesi di Città di Castelli. Il vescovo Domenico Cancian, però, preferisce non commentare. "E' un sacerdote che ha le sue caratteristiche - dice, riferendosi a don antonio - ma per adesso preferisco non dire nulla". Interviene invece il sindaco Mirko Ceci, per dire che "a Pietralunga non esiste alcun problema di sicurezza tale da invocare, o paventare, l'uso della legittima difesa". Servizio completo sul Corriere dell'Umbria del 3 marzo 2019