Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carabiniere travolto dal treno mentre insegue un ladro

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

Lutto a Cascia per la morte di Emanuele Reali, il carabiniere travolto e ucciso da un treno martedì 6 novembre, a Caserta mentre inseguiva un ladro. Il vice brigadiere infatti aveva origini umbre, la madre nata a Poggiodomo e il papà di Monteleone di Spoleto, anche se ora vive a Cascia. Il militare era molto conosciuto nella città di Santa Rita dove risiedono anche altri parenti. Lo zio, Piero Reali, è consigliere comunale della maggioranza. Cordoglio è stato espresso dal sindaco di Cascia, Mario de Carolis. Emanuele Reali (foto tratta dal profilo Facebook ufficiale dell'Arma), 34 anni in servizio al nucleo radiomobile di Caserta, era impegnato insieme ad alcuni colleghi nell'inseguimento di un ladro quando, dopo aver scavalcato il muro di recinzione, ha attraversato i binari senza accorgersi dell'arrivo di un treno, che lo ha investito.  Lascia moglie e due figlie piccole. Messaggi di cordoglio anche da parte del ministro dell'Interno Matteo Salvini, di quello della Difesa, Elisabetta Trenta, del capo della polizia Franco Gabrielli e dal Capo di stato maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli. Per il comandante generale dell'Arma, Giovanni Nistri, "il sacrificio di Emanuele Reali resterà sempre vivo nella memoria di tutti i carabinieri".