Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Incubo finito per oltre 10 mila sfollati

E' rientrato l'allarme bomba

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

A Terni è terminata alle ore 16 e 15 di domenica 4 novembre l'operazione di brillamento dell'ordigno bellico del peso di 250 libbre (125 chilogrammi), risalente al secondo conflitto mondiale, ritrovato nei giorni scorsi a Cesi Scalo. L'ordigno, reso inerte nel luogo del ritrovamento mediante il despolettamento, è stato trasportato e fatto brillare in una cava di Narni dagli artificieri del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma. Anche questa fase dell'intervento è stata coordinata dall'unità di crisi costituita in Prefettura alla quale hanno partecipato tutti gli enti e le strutture interessate, in stretto raccordo con il Centro operativo comunale di Terni. Grazie alla perfetta sinergia tra i militari dell'Esercito, le forze di polizia, il Comune, la Regione, gli organi sanitari, il volontariato e gli altri soggetti coinvolti, tutti i passaggi della procedura si sono svolti regolarmente e senza problemi per la sicurezza, contenendo gli inevitabili disagi alla collettività.