Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vende droga ai ragazzi attraverso un social network: in manette

default_image

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

“Sono un amico di Giovanni posso venire?”,  era questo il messaggio criptico che veniva inviato da numerosi ragazzi di Valfabbrica e non, tramite un noto social network, ad uno spacciatore senza scrupoli. Le consegne avvenivano tutti i giorni ed a tutte le ore nei posti più disparati scelti dall'abile “venditore”. Sulle sue tracce però si sono messi i carabinieri di Valfabbrica che hanno bloccato il giovane pochi istanti prima di cedere lo stupefacente ad un ragazzo del posto il quale già aveva consegnato i soldi. Immediata è scattata la perquisizione personale e veicolare dell'uomo che portava a recuperare ben 15 buste termosaldate tutte contenenti la pericolosissima  polverina bianca. Oltre alla droga veniva rinvenuta la somma contante di quasi 500 euro, tutti in biglietti di piccolo taglio, nonché due telefoni cellulari, consegnati quale merce di scambio per ottenere la “droga”. A seguito di ciò scattavano immediatamente le manette ai polsi del giovane extracomunitario di appena 22 anni, in regola nel territorio italiano.