Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nasconde la droga nella protesi alla gamba: arrestato

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

Spesso, la sua condizione di persona diversamente abile, vistosamente claudicante a causa di una protesi ad una gamba, lo ha favorito nel condurre una fiorente attività di spaccio, anche grazie alla capacità di attrarre minore attenzione agli occhi meno esperti.  Ma l'uomo, un tunisino 51 enne con vari precedenti di polizia, non è sfuggito alla vista dei poliziotti della volante. Sabato mattina, in piazza IV novembre, la pattuglia lo ha controllato.   Da subito l'uomo appariva agitato, e a ben vedere, aveva ragione di esserlo. Gli agenti gli hanno trovato addosso altre sette dosi di eroina, sequestrate.   Dopo il controllo presso l'abitazione a Ponte Felcino, è stato rinvenuto e sequestrato tutto il materiale occorrente per il confezionamento delle dosi (tra cui forbici, schede etc..) ed una ulteriore dose di sostanza stupefacente, oltre alla presenza di due macchine fotografiche di sospetta provenienza e delle quali l'uomo non sapeva in alcun modo giustificare il possesso. Una volta tratto in arresto e condotto presso gli uffici della Questura, dalle telecamere di sorveglianza si notavano dei movimenti anomali da parte del 51 enne. Gli agenti hanno allora approfondito il controllo sull'uomo, il quale ha iniziato ad agitarsi e a opporre resistenza agli uomini della volante, procurando lesioni personali ad un poliziotto giudicate guaribili in sette giorni.  Perché tanta agitazione? All'interno della protesi erano nascoste altre 6 dosi di droga e una banconota da 50 euro, il tutto ulteriormente sequestrato.  Dopo l'arresto per detenzione ai fini di spaccio, il tunisino 51 enne ieri è comparso davanti al giudice per la convalida e la direttissima. Per il momento sono stati disposti gli arresti domiciliari.