Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Raid nella notte: in azione anche "baby ladri"

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Ladri di patatine, snack e coca cola che hanno causato, soprattutto, gravi danni al bar in cui sono entrati. Una banda più “seria”, invece, ha forzato la porta di emergenza del centro commerciale “Grancasa”, rubando telefonini e un paio di telecamere. Ladri scatenati in tutto il territorio folignate. Non solo negozi o bar ma anche, e soprattutto, abitazioni: sei furti, e un altro non andato a buon fine, appena fuori i confini della città. Sono di certo molto giovani, massimo ventenni, i balordi che si sono introdotti all'interno del “Bar di Prato Smeraldo”, che si trova nella via parallela a via dei Trinci, appunto, nel quartiere omonimo. L'esercizio, come ha raccontato il titolare, era chiuso per ferie. “Hanno divelto la saracinesca – spiega – fra l'altro, ancora, non l'abbiamo potuta aggiustare bene, visto che i fabbri sono in ferie. Hanno tirato fuori tutto dai cassetti e dagli scaffali. Hanno rotto il coperchio del registratore di cassa per prendere il fondo cassa: pochi spiccioli. Di certo, erano molto giovani, lo hanno detto anche i carabinieri: di tutte le bottiglie di alcolici e superalcolici che abbiamo al bar, hanno preso solo un paio di bottiglie di amaro. Poi si sono dedicati a razziare patatine, merendine, caramelle ed altri prodotti che vendiamo a bambini. Mi ci è voluta una mattinata a rimettere a posto tutto quello che loro avevano tirato fuori”. Danni da quantificare e denuncia presentata ai carabinieri che ora sono a caccia dei ladri di patatine. A Spello, invece, i malviventi hanno forzato una porta d'emergenza, sono entrati nel centro commerciale “Grancasa” ed hanno asportato due telefoni cellulari, un orologio cardiofrequenzimetro e due fotocamere: insomma un bottino piuttosto contenuto, magari perché è tutto quello che sono riusciti ad arraffare in quei pochi minuti. Non solo negozi o bar, dicevamo, ma anche abitazioni. Così, ecco che a farne le spese una famiglia di Borroni che si è vista la casa svaligiata, mentre ad un suo vicino è andata meglio: solo un tentativo di furto non riuscito. A Bevagna, invece, nei giorni scorsi, sono state visitate dai ladri cinque abitazioni, tutte nella zona di Madonna delle Grazie. In due particolari casi hanno approfittato dell'assenza momentanea dei proprietari, negli altri tre le famiglie erano in vacanza. A completare l'inquietante quadro, anche il furto di un'autovettura, accaduto ieri pomeriggio in zona Scafali. Con il proprietario che, fatta la brutta scoperta e denunciato il tutto ai carabinieri, poco dopo ha postato la notizia direttamente su Facebook descrivendo il tipo di vettura e le sue caratteristiche (una Peugeot 2017 grigia). Con la speranza di riuscire a ritrovarla proprio con l'aiuto del “popolo della rete”.