Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Concerto per finanziare la borsa di studio "Giuseppe Russo"

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

Un concerto di musica jazz con finalità benefiche per onorare la memoria di Giuseppe Russo, il medico specializzato in tecniche interventistiche endoscopiche,  scomparso nel dicembre del 2016, si è  svolto mercoledì sera nel borgo  medievale di Saragano, nel comune di Gualdo Cattaneo. Un evento fortemente voluto dal responsabile  della struttura complessa di Gastroenterologia Carlo Clerici,  al quale hanno partecipato i familiari del medico scomparso, la moglie Anna e la figlia Miriam, docenti universitari di più discipline, medici e personale sanitario dell'Azienda Ospedaliera di Perugia e rappresentanti del mondo imprenditoriale. L'obiettivo è stato  quello di finanziare una borsa di studio intitolata al dottor Russo per la ricerca nel  campo delle malattie gastrointestinali. All'evento hanno partecipato anche  Padre Mauro Gambetti, Custode del Sacro Convento di Assisi e la presidente della Regione  Umbria Catiuscia Marini. La serata è stata anche l'occasione per presentare i  due nuovi medici endoscopisti, Raffaele Manta e Ugo Germani. "Il centro di Perugia  è dotato di  strumenti di alta tecnologia - ha sottolineato Emilio Duca, direttore generale dell'azienda ospedaliera - e i nuovi professionisti provengono dai  qualificati centri italiani, con esperienze anche internazionali, ne consegue che le aspettative sono elevate per garantire il miglior servizio sanitario ai cittadini".  La band  musicale che si è esibita sulla piazzetta del borgo, chiamata Soul Food (Cibo per l'anima), era costituita da  professionisti di grande rilievo, che hanno interrotto la loro  tournée per proseguire un appuntamento al quale Russo e Clerici tenevano particolarmente, essendo loro stessi tra i fondatori. “In questo luogo , tante volte  con Giuseppe abbiamo rigenerato le nostre energie - ha ricordato con commozione  Carlo Clerici -. In onore alla sua grande professionalità di medico intendiamo realizzare  il suo sogno, quello di realizzare a Perugia un centro di endoscopia altamente specializzato”. La band era composta , era composta oltre che da Clerici (batteria) dai maestri  Toti Panzanelli  (chitarra), Lino De Rosa (basso), Maurizio Marrani (piano) e da  Annalisa Becchetti (voce).