Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Manca alle ultime lezioni di catechismo, stop prima confessione

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Niente prima confessione perché ha saltato le ultime lezioni del catechismo. Potrà recuperare il sacramento a settembre. Rimandato, come a scuola: succede in una parrocchia dell'hiterland di Perugia. Le assenze erano giustificate dal fatto che in quel periodo il bambino doveva seguire delle terapie fissate dalla struttura sanitaria lo stesso giorno delle lezioni in parrocchia. La madre del ragazzino, 10 anni, dopo essersi confrontata col parroco -  che è stato irremovibile nella sua decisione - ha scritto due lettere al responsabile della catechesi della diocesi di Perugia e una, con mail certificata, al vescovo ausiliare Paolo Giulietti.  Il parroco dalla sua spiega che la "riparazione" a settembre non crea ritardi per la celebrazione della comunione, fissata per l'anno prossimo e che ci saranno anche altri due ragazzini  perché non presenti al rito di gruppo che si è tenuto lo scorso 7 giugno. Anche la curia si è interessata per una risoluzione indolore del caso. La donna rilancia il fatto che l'esclusione forzata dalla classe del catechismo "che seguiva ormai da quattro anni" e l'impossibilità a partecipare alla confessione di gruppo con gli amici e compagni  ("è stato escluso anche dalla foto di fine anno") hanno creato non pochi problemi al figlio, che si sono riverberati anche a scuola. Servizio completo a cura di Alessandro Antonini nell'edizione del 10 luglio del Corriere dell'Umbria