Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Muore nell'incendio dopo una lite: un fermo

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Un marocchino di 39 anni è in stato di fermo per la tragedia nello stabile di via Emilia, a Umbertide. La vittima si chiamava Saaid Rakrak, aveva 55 anni, era nato a Ben Ahmed, vicino Casablanca. Alcuni testimoni hanno raccontato che da giorni erano tesi i rapporti tra i protagonisti della vicenda, il deceduto e il fermato. Entrambi, in Italia senza regolare permesso, occupavano abusivamente lo stabile. Anche nel pomeriggio di lunedì avevano discusso. Nella notte la situazione sarebbe degenerata. Sarà il giudice a stabilire se le prove indiziarie a suo carico potranno trasformare il fermo in arresto. Pare che i carabinieri abbiano individuato un contenitore di liquido infiammabile: tutto da verificare se vi sia un collegamento con lo svilupparsi dell'incendio. Subito intervenuto sul posto il sindaco Luca Carizia. La giunta comunale in una nota evidenzia che lo stabile era già oggetto di ordinanza sindacale di sgombero. Inevitabili le reazioni politiche. Duro il parlamentare della Lega Riccardo Marchetti: "Questa è la situazione che Umbertide ha ereditato dal Partito democratico".