Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bimbi umiliati, maestre a giudizio

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Due maestre di asilo si dovranno difendere in giudizio dall'accusa di abuso di mezzi di correzione. Il giudice per l'udienza preliminare Lidia Brutti ha deciso che è necessario un processo per approfondire le contestazioni basate anche sui racconti fatti alle mamme da alcuni bambini. Le docenti, assistite dall'avvocato Francesco Falcinelli, confidano di dimostrare l'infondatezza delle accuse attraverso l'istruttoria. I genitori fecero segnalazioni al Comune di riferimento, non denunce, e oggi figurano solo come parti offese. Non si sono costituiti come parti civili, non essendo interessati a un risarcimento del danno. Agli atti ci sono anche dichiarazioni di altre maestre (e un argomento della difesa è che abbiano avuto un peso anche contrasti fra insegnanti). I presunti episodi si sarebbero verificati nel Perugino qualche anno scolastico fa. Si sostanziano in rimproveri che avrebbero avuto un effetto “umiliante” sui ragazzini. Sicché magari c'era chi non voleva più disegnare perché in precedenza si era sentito “incapace”. Servizio completo di Alessandra Borghi sul Corriere del 6 giugno