Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ribecco: "Siamo noi di CasaPound a essere stati aggrediti"

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

"Nell'aggressione di questa notte a Perugia gli aggrediti sono i militanti di CasaPound Italia, che si sono limitati a difendersi da un attacco a freddo, come i video della telecamera presente sul luogo dimostreranno. In questo momento stiamo andando a denunciare l'aggressione da parte di ignoti subita nella notte”. A dichiararlo è Antonio Ribecco, responsabile regionale umbro di CasaPound Italia, all'indomani dei fatti avvenuti a Ponte Felcino la sera del 20 febbraio su cui indaga la Digos. Ribecco spiega: “Il nostro nucleo di militanti è stato sorpreso nella notte, mentre era fuori per l'attacchinaggio dei manifesti elettorali. A un certo punto, da una macchina, un gruppo di persone a volto coperto, armato di bastoni, è sceso e ha aggredito i nostri militanti, che erano disarmati e non avevano altri oggetti in mano se non la scopa con cui stavano mettendo i manifesti. Dopo un lancio di bottiglie, c'è stata l'aggressione vera e propria, dalla quale i militanti di Cpi si sono unicamente difesi. Dato che sembra ci siano dei video già in possesso degli inquirenti, realizzati da alcune telecamere presenti nella zona – conclude Ribecco - auspichiamo che la verità emerga al più presto e che si ponga fine a questa escalation di violenza portata avanti unicamente dall'antifascismo militante e dai suoi padrini politici".