Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perde la testa per una ballerina e viene condannato per stalking

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Ha perso completamente la testa per una ballerina di night club. Da qui le frequentazioni, continue, fino all'inizio di una vera e appassionata relazione con la ragazza di nazionalità russa. Con tanto di convivenza nella casa di lui, situata proprio nella prima periferia del capoluogo umbro. Le cose sembrano procedere bene, con il perugino 54enne che alla sua nuova compagna non fa mancare proprio nulla, anche dal punto di vista economico. Ma dopo sei mesi circa, ecco che la situazione precipita. Con la donna che, improvvisamente e senza un motivo valido, decide di troncare la storia. Scatenando però la reazione incontrollata dell'ex compagno. Che a quel punto, come recitano le carte della pubblica accusa, inizia a perseguitarla e a pedinarla. Con una serie di messaggi roventi a qualsiasi ora del giorno e pure della notte (una sessantina in appena una settimana). Fino ad arrivare alle vibranti minacce, del tipo “se non torni da me sarò costretto a raccontare a tua madre in Russia cosa fai per vivere”. E come se non bastasse, ecco alcuni episodi violenti (riscontrati da una serie di certificati medici del pronto soccorso dell'ospedale perugino), con la poveretta che preoccupata per la sua incolumità non può fare altro che denunciare l'uomo alle forze dell'ordine locali, scatenando di conseguenza un lungo procedimento giudiziario nei suoi confronti per il reato di stalking. E proprio in questi giorni nel palazzo di giustizia di Livorno (dove la ragazza era nel frattempo andata a vivere, proprio per non incontrarlo) la brutta vicenda è sbarcata davanti al giudice. Che, una volta ricostruita nel dettaglio la questione e ascoltate le diverse parti in causa (l'uomo era rappresentato dall'avvocato Michele Morena), ha condanno il perugino a sette mesi di reclusione (Luca A, le sue iniziali e pena sospesa). Decisione subito contrastata dalla difesa, pronta a ricorrere in appello.