Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 635 morti in sette giorni. Aumentano i ricoveri. Lieve diminuzione dei nuovi positivi

  • a
  • a
  • a

In Italia continuano a salire i ricoveri a causa del Covid. Lo spiega Giovanni Rezza, direttore generale prevenzione del ministero della Salute, nel consueto video messaggio con cui commenta i dati del monitoraggio dell'Istituto Superiore della Sanità. "Il tasso di occupazione in area medica e in terapia intensiva è rispettivamente del 13,3% e del 3,2%, quindi mostra una tendenza all'incremento anche se siamo al di sotto di qualsiasi soglia di criticità, ben lontani da situazioni di congestione delle strutture sanitarie". La crescita della curva epidemica sembra rallentare, seppur lievemente, ma aumentano i decessi. I casi registrati negli ultimi sette giorni sono 227.440, contro i 229.122 della settimana precedente: leggero calo dello 0,7%. Sono invece 635 le vittime nello stesso arco temporale: nel precedente bollettino settimanale erano state 580, quindi l'incremento è del 9.5%. I tamponi sono 1.324.969, con una variazione di +3,8%, mentre il tasso di positività scende dello 0.7%, attestandosi al 17.9%. Dal 9 al 22 novembre l'Rt medio è stato di 1,14, in aumento rispetto alla settimana precedente (1,04) e superiore alla soglia epidemica dell'unità. L'incidenza dei casi è di 386 ogni 100.000 abitanti (388). Il tasso di occupazione in terapia intensiva sale al 3,2% contro il 2,5%. Quello nelle aree mediche a livello nazionale sale al 13,3% rispetto al 12,0%. Tre regioni sono classificate a rischio alto.