Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Davide Rebellin, come è morto: camion individuato, dopo l'incidente ha parcheggiato e poi è ripartito

  • a
  • a
  • a

Avrebbe le ore contate il camionista che ha travolto e ucciso l'ex ciclista Davide Rebellin nel primo pomeriggio di ieri, mercoledì 30 novembre 2022, a Montebello in provincia di Vicenza, mentre si allenava con la sua bici. La tesi che l'autista non si accorto della tragedia è stata smontata dalle telecamere di sorveglianza del ristorante La Padana vicino al quale è avvenuta la tragedia. Nel video si vede un tir rosso con targa tedesca fare manovra ed entrare nel parcheggio del locale subito dopo l'incidente per poi ripartire quando sul luogo erano già arrivati i soccorsi e la polizia.

 

Gli inquirenti, secondo i quali non sarebbe possibile che l'autista non si sia accorto di quanto successo. ora hanno le coordinate del mezzo. Il conducente a questo punto è ricercato con l'accusa di omicidio stradale e, se la dinamica della fuga venisse accertata, si aggiungerebbe l'aggravante dell'omissione di soccorso. 

Tra i primi a soccorrere l'ex ciclista il fratello minore Carlo che ha riconosciuto immediatamente la bicicletta di Davide accartocciata a terra. "Anche se aveva appena chiuso la carriera, continuava ad allenarsi. Il ciclismo era la sua vita ed è morto facendo quello che ha sempre fatto e che amava. Sarei dovuto uscire anche io con lui” ha raccontato al Corriere della Sera.