Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ladro arrestato undici anni dopo il colpo

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Gli statunitensi lo avrebbero definito un cold case. Un caso freddo, un mistero risolto a distanza di anni, quando ormai le speranze di arrivare a dama erano davvero minime. Undici anni fa, come riporta il portale Friuli.it, tre ladri si erano introdotti in un garage. I due complici avevano forzato il basculante e si erano impossessati di un'automobile sportiva. Accesa con il classico trucco dei fili sotto il volante, se l'erano data a gambe, convinti che il terzo malvivente avrebbe, a sua volta, preso possesso di una moto sportiva dall'alto valore. Il quarantenne l'aveva messo in moto ma dopo meno di cento metri la due ruote si era spenta. Non c'era un goccio di benzina nel serbatoio. Il rumeno aveva sentito dei rumori, probabilmente di alcuni condomini che stavano rientrando nella rimessa. Così, preso dal panico, ha abbandonato la moto, dandosi alla fuga. Nella foga del momento però, aveva lasciato numerose tracce della razzia, grazie alle quali la banda era stata identificata e mandata a processo. Ieri, grazie al più casuale dei controlli di routine, il ladro è stato pizzicato. A distanza di undici anni dalla condanna del Tribunale di Venezia, la lunga latitanza del 'patito di moto' è stata interrotta da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Basovizza (piccolo centro ad un passo da Trieste), durante un controllo a bordo di un pullman. Gli uomini in divisa hanno fermato lo straniero, sul quale pende una condanna a cinque mesi di reclusione per tentato furto aggravato. La sua corsa, così, è finita alla casa circondariale del Coroneo, a bordo di una fiammante gazzella dell’Arma (Foto di archivio).