Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ecco il calendario dedicato alle specie da proteggere

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

E' stato presentato a Perugia il calendario Cites 2018. A illustrare il calendario, il colonnello Daniele Arcioni, che dirige l'ufficio Cites con competenza sull'Umbria, alla presenza anche del colonnello Gaetano Palescandolo, comandante regionale dei carabinieri forestali, e del comandante Legione carabinieri Umbria, generale Massimiliano Della Gala. In Italia esistono 35 Nuclei Cites e 11 distaccamenti, presso i più importanti porti, aeroporti e dogane. Questa l'articolazione del Raggruppamento Carabinieri Cites. I controlli sono finalizzati a verificare il rispetto della normativa prevista dalla Legge n. 150/92 - che in Italia ha introdotto un regime sanzionatorio per la corretta applicazione della Convenzione di Washington e del regolamento comunitario sul commercio internazionale di flora e fauna selvatiche minacciate d'estinzione - nonché della disciplina vigente in materia di animali pericolosi, circhi e mostre faunistiche. Nel periodo di riferimento sono stati effettuati 18.797 accertamenti, anche in supporto all'attività di controllo doganale su esemplari vivi, morti, parti e prodotti derivati di specie tutelate dalla Convenzione di Washington. Durante tali accertamenti, è stato operato il controllo specialistico su 837.479 esemplari tra piante, animali e parti prodotti derivati di specie tutelate. Nell'ottica della salvaguardia della fauna stanziale e di passo, l'Arma dei carabinieri, Comando delle Unità per la Tutela Forestale Ambientale ed Agroalimentare, ha effettuato, oltre ai consueti controlli venatori, una serie di campagne antibracconaggio all'interno dei black-spot, aree nelle quali intensificare le azioni dirette di contrasto agli illeciti in ambito venatorio. Questi i dati per il 2017: 35.473 controlli e 17.317 persone controllate, con 770 reati contestati. Le persone denunciate sono state 590; sequestrate 236 armi da fuoco. Gli arresti sono stati 22, le perquisizioni effettuate 271. Sono stati accertati, inoltre, oltre 1.463 illeciti amministrativi per un importo totale delle sanzioni notificate pari a 168.992 euro.Il notevole sforzo dell'Arma ha portato un generale contenimento degli illeciti venatori rispetto agli anni passati. Numerose le operazioni significative.