Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, possibile nuova ondata: 44mila casi e 64 decessi. Non accadeva da due mesi. Moderna chiede l'ok per il vaccino aggiornato

  • a
  • a
  • a

Ormai è più di un allarme, è una certezza: i casi Covid sono di nuovo in netta risalita. L'ennesima conferma arriva dal bollettino di oggi, martedì 27 settembre. I positivi nelle ultime 24 ore sono stati 44.878, contro i 10.008 del giorno precedente e i 28.395 di martedì scorso. Non accadeva da due mesi. I dati sono frutto di 243.421 tamponi e il tasso di positività cresce in un colpo solo di oltre tre punti, passando dal 15.2 al 18.4%. Il bollettino certifica 64 nuovi decessi e il totale da inizio pandemia passa a 176.976.

I ricoveri ordinari sono 192 in più, per un totale di 3.653. Due pazienti in meno nelle terapie intensive: 128, ma con 14 nuovi ingressi. Numeri che ormai sembrano certificare l'inizio di una nuova ondata. Stando al monitoraggio settimanale, l'incidenza è cresciuta a 215, mentre è ancora stabile l'Rt (0.91). A fine mese scadrà l'obbligo di indossare le mascherine su bus, metro, treni, ospedali, ambulatori e Rsa. Occorre invece attendere il 31 ottobre per la cessazione dei protocolli di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Ovviamente si tratta di misure suscettibili di variazioni in presenza di una possibile nuova ondata pandemica. Intanto l'Agenzia europea per il farmaco (Ema) ha iniziato a valutare la domanda di autorizzazione della versione adattata di Spikevax, il vaccino di Moderna contro il Covid, mirata al virus originale e alle sue sottovarianti Omicron Ba4 e 5.