Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Bassetti: "Troppi morti. Dati sbagliati o cure inadeguate. Serve una commissione medica d'inchiesta"

  • a
  • a
  • a

"Quando guardo i morti per Covid italiani viaggiamo su numeri impressionanti, 100 al giorno, 700-800 a settimana. Credo sia venuto il momento di istituire una commissione medica di inchiesta, una commissione esterna che analizzi le cartelle cliniche sia di persone morte a casa che in ospedale e analizzi se sono realmente morte tutte per Covid". Lo afferma in un video sui social l'infettivologo genovese Matteo Bassetti. "Oggi - prosegue - dicendo che quelli che entrano in ospedale con tampone positivo hanno tutti il Covid è evidente che molti di questi muoiono per tutt'altro ma sono classificati come morti per Covid".

"Se fossero tutti morti per Covid confermati bisognerebbe capire cosa sta succedendo, vorrebbe dire che questi malati non sono stati trattati in maniera adeguata, non hanno accesso adeguato alle cure e sto parlando di monoclonali, antivirali orali e dei troppi antibiotici che vengono prescritti, di inadeguatezze nella gestione del Covid. Io - prosegue - sono convinto che la maggioranza dei decessi classificati per Covid nella realtà non lo sia, ma se non fosse così dovremmo farci delle domande su perché così tanta gente muore e capire perché la cura del Covid non è stata fatta come avrebbe dovuto quindi con evidenti grosse responsabilità da parte di chi avrebbe dovuto dare indirizzi diversi rispetto a quelli perseguiti".

Secondo il bollettino del ministero della Sanità, oggi i decessi causati dal Covid sarebbero stati 134. Stando ai dati ufficiali, dall'inizio della pandemia il virus avrebbe causato 174.931 decessi. Un numero molto elevato rispetto ad altri Paesi con più residenti rispetto all'Italia. Sono sempre di più i sanitari secondo cui non sia esatta l'assegnazione della causa di decesso.