Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pordenone, era ubriaca la soldatessa Usa che ha travolto e ucciso un 15enne. Ma eviterà il processo in Italia

  • a
  • a
  • a

Era ubriaca, con un tasso alcolemico di 2.09, quindi oltre quattro volte il limite consentito, la soldatessa ventenne che la notte di domenica ha investito un ragazzo a Porcia, vicino a Pordenone. La conferma arriva da fonti investigative. La donna dovrà rispondere di omicidio stradale aggravato. Nelle prossime ore si terrà l’interrogatorio di convalida. 

 

 

Il quadro accusatorio nei confronti della giovane dunque si aggrava. La donna aveva investito Giovanni Zanier a cinque chilometri da casa, mentre con due coetanei rientrava dalla discoteca. La soldatessa è ai domiciliari all'interno della base militare di Aviano. Anche se con ogni probabilità il reato di omicidio stradale rimarrà impunito e senza risarcimenti. Infatti essere una militare della base Usaf di Aviano mette la soldatessa Usa nelle condizioni di evitare il processo in Italia. Così prevede la Convenzione di Londra del 1951 sulla giurisdizione dei militari Nato in Europa e così è già stato più e più volte, prima e dopo l'arcinoto caso del disastro della funivia del Cermis. Intanto, però, le indagini preliminari procedono.