Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maltempo, morti e feriti in Toscana, Liguria, Emila Romagna e Veneto. Devastato il Twiga: il video

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Toscana, Liguria, Emilia Romagna e Veneto sono le regioni più colpite dal maltempo che nelle ultime ore sta flagellando il Nord Italia. Pioggia, grandine, vento e temporali che hanno causato disagi, allagamenti, danni e anche due morti tra Lucca e Massa Carrara. In Toscana il bilancio più grave con un uomo di 54 anni trovato senza vita in un terreno privato a Sorbano del Giudice, a Lucca, sotto un grande ramo di un pioppo che sembra stesse trasportando e una donna travolta e uccisa da un albero caduto al parco Ugo La Malfa ad Avenza (Massa e Carrara). É stato esteso fino alle 20 di domani il codice giallo già attivo per rischio idrogeologico-idraulico del reticolo minore e per temporali forti. Lo comunica la Sala operativa della protezione civile regionale toscana. L’allerta riguarda tutta la regione. 

 

 


In Emilia Romagna, sono stati numerosi gli interventi svolti finora dai vigili del fuoco tra le province di Ferrara e Modena, con le maggiori criticità a Bondeno, nel Ferrarese. Edifici e auto danneggiate, alberi caduti, strutture pericolanti: il territorio estense è stato il più colpito dall’ondata di maltempo e dalle forti raffiche di vento. Danni anche in Liguria. Molti disagi e una decina di sfollati soprattutto sul Levante della regione. In mattinata, un violento temporale con grandine e «downburst» (forti raffiche di vento discendenti) ha colpito in particolare la zona del Tigullio. Danni e allagamenti si sono registrati anche nello Spezzino.

 

 

A Pisa è stato annullato il concerto di Mario Biondi. Tra le scene iconiche delle ultime 24 ore quelle della tromba d’aria che ha investito il cantiere navale vicino a Marina di Carrara sollevando e danneggiando la Maserati Multi70 di Giovanni Soldini, l’imbarcazione del grande velista.  Sul piede di guerra i balneari con diversi stabilimenti ridotti a un cumulo di macerie. "Sentire i nostri colleghi piangere per aver visto in pochi minuti spazzare via dalla forza rabbiosa del vento la loro attività fa molto male - dichiara il Presidente di Assobalneari Italia - Federturismo Confindustria, Fabrizio Licordari - soprattutto a chi come me ha avuto lo stabilimento distrutto dalla forza del mare nel 2018". Tra i locali, devastato anche il Twiga - di proprietà di Briatore e Santanché - a Forte dei Marmi.

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Daniela Santanchè (@danielasantanche)