Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caldo africano, nuova ondata: fino a 38 gradi. Ma poi arriveranno piogge e grandine

  • a
  • a
  • a

Torna il caldo africano. Ormai è questione di ore. Almeno stano alle previsioni degli esperti del portale 3bmeteo.com. "Per l'Italia - spiegano si prospettano giornate davvero molto calde a iniziare da giovedì 4 agosto ma non raggiungeremo gli estremi di luglio e non durerà molto. Un'ondata di caldo intenso ma certamente non eccezionale che si inserisce in un momento stagionale che statisticamente è il più caldo dell'anno. La cellula africana sarà stimolata a risalire verso l'Italia e anche parte dell'Europa centrale da una saccatura sul Mare del Nord e risentirà sul suo bordo settentrionale di qualche infiltrazione instabile collegata al passaggio della coda di una perturbazione".

Dunque secondo 3bmeteo.com, questo il tempo fino alla giornata di venerdì 5 agosto: "Il contesto sarà soleggiato e molto caldo con i valori di temperatura" fino a 38 gradi. "Localmente e strettamente sulle zone alpine e prealpine è atteso il transito di qualche temporale. Più nel dettaglio temporali isolati sono attesi già oggi, mercoledì 3 agosto. Giovedì invece gli spot temporaleschi pomeridiani o pre serali saranno più diffusi e potranno interessare gran parte dei settori alpini, soprattutto quelli occidentali e quelli orientali ma i fenomeni difficilmente si spingeranno oltre le zone prealpine". 

Nella giornata di venerdì 5 agosto "l'instabilità convettiva diurna sarà stimolata anche da un passaggio frontale sulla Francia che potrà favorire una maggiore diffusione dei fenomeni e una maggiore energia degli stessi con la possibilità che si possano presentare a carattere intenso e raggiungere localmente anche le pedemontane e le alte pianure. Sul resto della penisola grande calma anticiclonica". E nel fine settimana? "L'egemonia dell'anticiclone africano sul Mediterraneo centrale non durerà a lungo, sul nord Europa ci sono grandi manovre in corso che determineranno un cambiamento graduale degli equilibri già a partire dal weekend. L'attacco principale arriverà da una saccatura fredda di matrice scandinava che spingerà una perturbazione verso sud in grado di creare forti contrasti termici con l'aria africana sul nostro territorio. Ciò fa ritenere assai probabili fenomeni temporali di una certa importanza e purtroppo ancora una volta anche grandinate" in particolare nel nord Italia. Nei primi giorni della prossima settimana le precipitazioni, intense e violente, potrebbero riguardare anche il centro e sud Italia