Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Zanardi, incendio nella sua villa a Padova: trasferito in un centro medico

  • a
  • a
  • a

Attimi di paura a casa di Alex Zanardi ieri pomeriggio, per un incendio divampato sul tetto della sua villa di Noventa Padovana. Ad andare a fuoco, nell’abitazione su due piani dell’ex campione di automobilismo che dal giugno di due anni fa è costretto a vivere attaccato ai macchinari in seguito a un drammatico incidente stradale avvenuto nel corso di una manifestazione di handbike in Toscana, è stato l’impianto fotovoltaico: l’immediato intervento dei vigili del fuoco ha circoscritto nell’arco di poco tempo il rogo, scongiurando che le fiamme si propagassero al resto dell’abitazione.

 

 

I familiari dell'ex pilota di F1 hanno scelto, precauzionalmente, considerato che il corretto funzionamento dei macchinari potesse essere stato pregiudicato, di trasferire Zanardi in un centro medico attrezzato a Vicenza. Probabilmente la stessa struttura, l’ospedale San Bortolo, dove, dalla fine di aprile del 2021, Zanardi ha trascorso diversi mesi al primo piano del reparto di riabilitazione.

 

 

L’incidente avvenne il 19 giugno 2020: Zanardi, vicino Pienza, procedeva con la sua handbike per poi scontrarsi con un camion. Dopo l'incidente nel campionato automobilistico americano Cart (perse gli arti inferiori e subì sette arresti cardiaci), Zanardi era diventato un simbolo per portatori di handicap riuscendo a vincere, nella specialità paraciclismo, quattro medaglie d’oro ai Giochi di Londra nel 2012 e Rio nel 2016. In una intervista di circa un anno fa, la moglie Daniela aveva affermato che Zanardi stava lottando come un leone. A Natale, l’ex pilota di Formula 1 era finalmente tornato a casa.