Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Civitanova Marche, ucciso a colpi di stampella in strada: la lite dopo apprezzamenti a una donna

L'omicidio ripreso con un video dai telefonini, ma nessuno interviene: "Fermati o così l'ammazzi"

  • a
  • a
  • a

Ucciso a colpi di stampella dopo un apprezzamento alla donna del suo aggressore. Alika Ogorchukwu, 38 anni, origini nigeriane e residente a San Severino Marche, si trovava in pieno centro, corso Umberto I, a Civitanova Marche dove era solito spostarsi per chiedere l'elemosina. Oggi - venerdì 29 luglio - l'aggressione dopo una frase di troppo (clicca qui IL VIDEO di La Repubblica). Il corpo è rimasto a terra e i tentativi dei sanitari del 118 si sono rivelati inutili.

 

 

Secondo le prime testimonianze raccolte dalle forze dell'ordine, alla base del delitto ci sarebbe una lite scaturita per futili motivi: l'uomo ucciso, infatti, avrebbe fatto apprezzamenti alla donna che si trovava con l'aggressore. A quanto risulta, la vittima è stata colpita più volte alla testa con una stampella. Le indagini della polizia sono state molto rapide considerato che poco dopo è stato fermato l'uomo - un 32enne originario della Campania - ritenuto l'autore della violenta aggressione. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Scientifica, che hanno transennato la zona dove si è consumato l'omicidio, e il magistrato di turno.

 

 

Alcuni dei passanti ha pensato bene di girare un video con il cellulare in cui si vede l'aggressione al ragazzo di origini nigeriane. L'aggressore dopo aver colpito con la stampella è salito sopra alla vittima schiacciandogli la testa a terra. Il filmato è stato ricevuto dall’avvocato Francesco Mantella, che in passato ha seguito le vicende di Alika, e che commenta con rabbia: “Nessuno interviene per soccorrere questa persona. Bisogna interrogarsi su questa indifferenza vergognosa".