Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Massimo Bochicchio, è morto il broker che truffava i vip. Il decesso a seguito di un incidente stradale sulla Salaria

  • a
  • a
  • a

Massimo Bochicchio, noto alle cronache per essere stato il truffatore dei vip, è morto questa mattina - domenica 19 giugno - a seguito di un grave incidente stradale sulla via Salaria, a Roma. Intorno alle 12 all’altezza del civico 875 direzione Roma, per cause ancora in fase di accertamento, Bochicchio ha perso il controllo della sua moto Bmw, che è finita fuori strada urtando un muro o un guard rail e si è incendiata. A darne conferma è l'avvocato Gianluca Tognozzi, che difendeva il broker dei vip nei processi in cui era imputato. "Purtroppo l'uomo che è morto nell'incidente sulla Salaria è Bochicchio. Ne hanno dato notizia i familiari", ha detto il legale a LaPresse.

 

 

Dalle prime ricostruzioni della polizia locale, il conducente è morto sul colpo. Sono in corso le indagini per ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto. Bochicchio era finito al centro di un processo per aver truffato alcuni calciatori, allenatori e vip che si erano affidati a lui per investire i loro soldi. Tra i 34 clienti del broker che hanno sporto denuncia contro di lui ci sono anche l’allenatore Marcello Lippi e il figlio, il calciatore Stephan El Shaarawi e l'ex calciatore Patrice Evra, i procuratori Federico Pastorello e Luca Bascherini, oltre ad Antonio Conte e al fratello Daniele. In tutto Bochicchio sarebbe riuscito a sottrarre loro oltre 70 milioni di euro.

 

 

Il 26 novembre scorso, riporta il Corriere della Sera, Bochicchio era stato arrestato e aveva subito un sequestro da 70 milioni di euro con l’accusa di esercizio abusivo della professione. Attraverso due società inglesi a lui riconducibili (una dal nome Kidman) e prive dell’autorizzazione a operare, avrebbe prestato abusivamente servizi di investimento e di gestione collettiva del risparmio. Il suo giro d'affari sarebbe stato plurimilionario: in un'intercettazione aveva parlato della gestione di un investimento "di ben 1 miliardo e 800 milioni".