Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Femminicidio a Udine, uccide la moglie a coltellate mentre le figlie dormono

  • a
  • a
  • a

Si chiamava Elisabetta Molaro la quarantenne uccisa a coltellate nella notte dal marito, il 44enne Paolo Castellani, nella villetta in cui abitavano a Codroipo (Udine). La coppia si stava separando. Lei era rientrata a casa dopo una serata trascorsa in compagnia con un'amica, poi il litigio con il marito e lui l'accoltella mentre le due figlie - minorenni - dormono nella loro cameretta.

 

 

Ancora troppe dunque le donne uccise da un partner o da un ex nei primi mesi del 2022. Secondo i dati del Viminale, dal 1 gennaio al 5 giugno, sono stati registrati 115 omicidi, con 47 vittime donne, di cui 40 uccise in ambito familiare/affettivo; di queste, 23 hanno trovato la morte per mano del partner/ex partner (nel 2022 le vittime di omicidio volontario commesso dal partner/ex partner sono solo di genere femminile). Analizzando gli omicidi del periodo sopra indicato rispetto a quello analogo dello scorso anno si nota un decremento (-5%) nell’andamento generale degli eventi (da 121 a 115), con una diminuzione del numero delle vittime di genere da 49 a 47 (-4%).

 

 

"L’ennesimo femminicidio, una tragedia che continua a ripetersi in modo drammatico. Le misure di contrasto devono moltiplicarsi, serve un più incisivo impegno. Un dramma che ci lascia ancora una volta sgomenti" scrive sui propri social il vicegovernatore Fvg, Riccardo Riccardi, commentando quanto accaduto nella notte a Codroipo (Udine), dove per l’omicidio della 40enne Elisabetta Molaro è in stato di fermo il marito, il 44enne Paolo Castellani. Ora le due figlie sono state affidate ai nonni.