Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaiolo delle scimmie, acquistate 110mila dosi di vaccino. L'Oms: "Valutiamo se l'emergenza è internazionale"

  • a
  • a
  • a

"La prossima settimana, giovedì, si terrà una riunione del comitato di emergenza" dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sul vaiolo delle scimmie per valutare se la diffusione costituisca un'emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale. Lo ha annunciato il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel corso di un briefing. La diffusione del vaiolo delle scimmie è "insolita e preoccupante. Per questa ragione ho deciso di convocare il comitato di emergenza per la prossima settimana, per valutare se si tratti di una emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale", ha detto Tedros, aggiungendo che "l'Oms sta lavorando con partner ed esperti di tutto il mondo per cambiare il nome del virus del vaiolo delle scimmie. Al più presto faremo gli annunci sui nuovi nomi", ha dichiarato Tedros.

 

 

Intanto la commissaria Ue alla salute, Stella Kyriakides, ha annunciato che firmerà un accordo "per l'acquisto di 110mila dosi di vaccino contro il vaiolo delle scimmie da poter fornire agli Stati membri con la prima consegna a partire dalla fine di giugno". Abbiamo attualmente 900 casi di vaiolo delle scimmie all'interno dell'Ue e circa 1.400 casi in tutto il mondo. Questa è la prima volta che utilizziamo i fondi dell'Ue per acquistare vaccini che possiamo poi distribuire agli Stati membri. E questo mostra cosa possiamo fare quando lavoriamo insieme e il potere di avere strutture in atto tali da poter rispondere immediatamente alle crisi come quella che affrontiamo ora".

Nel Regno Unito le autorità sanitarie hanno rilevato in Inghilterra altri 104 casi di vaiolo delle scimmie. Lo ha annunciato l'agenzia britannica per la sicurezza sanitaria, aggiungendo che salgono così a 470 i casi di vaiolo delle scimmie in tutto il Regno Unito, la maggior parte dei quali riguarda uomini gay o bisessuali. Quello del Regno Unito è il più grande focolaio fuori dall'Africa. Gli scienziati avvertono che chiunque, indipendentemente dall'orientamento sessuale, può contrarre il vaiolo delle scimmie se a stretto contatto fisico con una persona infetta o con i suoi vestiti o le sue lenzuola. Secondo i dati del Regno Unito, finora il 99% dei casi riguarda uomini, la maggior parte sono stati riscontrati nel capitale Londra.