Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

No vax, scritte sulla sede Pd: "Letta nazista. Politici pro vax boia nazisti"

  • a
  • a
  • a

Ci sono anche i No vax irriducibili. Quelli continuano ad attaccare i "poteri forti", a tirare in ballo il "complotto internazionale" ed a prendersela con sanitari e politici. Stavolta nel mirino è finito Enrico Letta, segretario del Partito Democratico. Scritte Letta nazista e Politici pro vax boia nazisti sono state vergate sui muri esterni della sede del Partito Democratico di Monterotondo scalo. A denunciare l'accaduto, avvenuto la notte scorsa, è stata in una nota Eleonora Mattia, presidente IX Commissione del Consiglio Regione Lazio.

"Esprimo massima vicinanza e solidarietà al segretario Vincenzo Donnarumma e a tutti i compagni e le compagne del Partito Democratico di Monterotondo scalo, che nella notte hanno subito un vile attacco alla loro sede i cui muri esterni sono stati deturpati da scritte inneggianti al movimento No vax e ingiurie contro il nostro segretario nazionale Enrico Letta", ha dichiarato.

"Benché questo sia il primo attacco nel quadrante, episodi simili sono ormai frequenti nel territorio di Roma e provincia, ma i militanti del Partito Democratico non faranno un passo indietro: le nostre sedi - come quella di Monterotondo scalo - sono storici presidi di democrazia, partecipazione e ascolto e a ogni attacco corrisponde e corrisponderà un maggiore impegno di tutta la comunità democratica a difesa e tutela dei valori che contraddistinguono la nostra azione politica”, ha aggiunto Mattia.

E' l'ennesimo atto inutile e vigliacco da parte dei No vax che continuano a sostenere le tesi del complotto internazionale e dell'inutilità del vaccino. Gli estremisti sono arrivati spesso a sostenere che il Covid non esiste o è sopravvalutato, invece di essere, considerato una semplice influenza.