Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffa del Sisma Bonus a Modica, arrestato un uomo e sequestrati 3,5 milioni

Christian Campigli
  • a
  • a
  • a

Un sistema complesso ma apparentemente efficace. Che mirava a truffare lo Stato e guadagnare una montagna di soldi, standosene comodamente seduti sul divano. I militari della guardia di finanza hanno arrestato questa mattina un imprenditore di Modica, indagato per aver abilmente e fittiziamente creato e commercializzato, in concorso con altri cinque soggetti residenti tra la Lombardia e la Puglia, oltre 3,5 milioni di euro di falsi crediti d’imposta, relativi alle spese sostenute per interventi edilizi assistiti dal regime agevolato del cosiddetto Sisma Bonus. È stato inoltre disposto il blocco dei crediti fiscali inesistenti, con il sequestro di denaro, beni e assetti societari.

 

 

Gli uomini in divisa, nell'ambito dell'inchiesta denominata Easy Credit, hanno scoperto che cinque persone compiacenti hanno falsamente attestato di aver ricevuto una serie di lavori di ristrutturazione edilizia per il rischio sismico, su immobili che non sono però mai stati nella loro disponibilità, da parte di una società riconducibile ad un imprenditore di Modica. Una volta creati, attraverso la falsa attestazione di lavori mai eseguiti, i crediti fittizi sono stati oggetto di ripetute cessioni ad altri malviventi, per consentire poi la monetizzazione presso intermediari finanziari del “bonus”. Un sistema che ha consentito agli indagati di auto riciclare il denaro rubato.

 

 

I truffatori erano così convinti di aver fatto perdere le proprie tracce. Il giudice per le indagini preliminari ha disposto il sequestro di quote societarie, beni, disponibilità finanziarie degli indagati a otto imprese (aventi sede tre in provincia di Pistoia, una a Roma, una a Milano, una a Cassino, una in provincia di Cosenza ed una in provincia di Brescia) e tre individui (originari uno della provincia di Pavia, uno della provincia di Brescia e uno della provincia di Cosenza), risultati cessionari finali dei fittizi crediti di imposta.