Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Professoressa di Brescia uccisa in Gran Bretagna, arrestato il marito: è accusato di omicidio

Christian Campigli
  • a
  • a
  • a

Un litigio in apparenza come tanti altri. Una parola di troppo. Un gesto tanto violento quanto stupido, che trasforma uno scambio di vedute sopra le righe in una tragedia. In grado di distruggere, in un amen, una famiglia in apparenza felice e serena. Una docente bresciana, da 25 anni residente in Gran Bretagna, è stata uccisa nella sua abitazione a Colchester, nella contea dell'Essex. Gli inquirenti hanno già arrestato il marito, per quello che pare essere l'ennesimo femminicidio.

 

 

Antonella Castelvedere, 52 anni, originaria di Bagnolo Mella, madre di una ragazzina di 12 anni e docente universitaria, è stata colpita più volte con un coltello. Secondo quanto riportano i media inglesi e dall'agenzia di stampa AdnKronos, la polizia è intervenuta in Wickham Road, una zona residenziale di Colchester, quando la donna era ancora viva. È deceduta poco dopo, durante le manovre di soccorso. Il marito era ferito ed è stato portato in ospedale, dove è stato arrestato con l'accusa di omicidio.

 

 

Secondo la tesi accusatoria, i due coniugi avrebbe avuto un alterco, diventato, col passare dei minuti, sempre più violento. Tre le ipotesi che, nelle prossime ore, dovranno essere analizzate. Non è ancora chiara infatti l'origine delle coltellate sul corpo del marito. Potrebbe trattarsi dei colpi sferrati, nell'estremo tentativo di difesa, della docente bergamasca, di una serie di fendenti auto inflitti dal marito o di un tentativo di suicidio. Castelverde insegnava letteratura inglese all'Università del Suffolk. Era appassionata, in particolare, di poesia, teoria critica, modernismo e scrittura contemporanea. Da alcuni anni si occupava del master in scrittura creativa e critica. L'ispettore capo della polizia dell'Essex, Antony Alcock, ha spiegato che dopo l'arresto dell'uomo non ci sono ulteriori rischi per la comunità e che le forze dell'ordine non stanno cercando altre persone legate all'omicidio. Convinti che il giallo sia già stato risolto.