Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Libia, spari contro peschereccio italiano: interviene la Marina Militare

Foto: Marina Militare

  • a
  • a
  • a

Spari contro un peschereccio italiano a nord di Bengasi nella serata di ieri, giovedì 2 giugno. Lo ha reso noto il ministero della Difesa, che è intervenuto con la fregata Grecale della Marina Militare in acque internazionali a supporto di due motopesca italiani avvicinati da una motovedetta libica. Ricevuta comunicazione e richiesta di intervento via radio, la nave della Marina, operativa nell’area centromeridionale del Mar Mediterraneo si è diretta verso il punto e ha contattato l’unità libica, comunicandole che i pescherecci si trovavano fuori dai limiti della zona di protezione della pesca (Zpp) dichiarata dalla Libia.

 

 

Dei due motopesca, solo il Salvatore Mercurio ha riferito di essere stato oggetto di alcuni colpi d’arma da fuoco di avvertimento, che però non hanno arrecato danni a persone o cose. Giunta sul punto, Nave Grecale ha trasbordare un team sanitario, con uomini della Brigata Marina San Marco, per accertare le condizioni di salute dei marittimi italiani. La motovedetta libica nel frattempo si era allontanata dall’area. "Il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini - spiegano dalla Marina - è stato prontamente informato dei fatti e dell’evolversi della situazione".

 

 

In aggiornamento