Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Milano, "corpo fatto a pezzi con una sega". Choc a Melzo: fermata una tre figlie dell'anziana uccisa

  • a
  • a
  • a

Melzo choc.  Il corpo di Laura Cipriano, la pensionata 84enne trovata morta nel suo appartamento alle porte di Milano, potrebbe essere stato fatto a pezzi con una sega. L’utensile, infatti, è stato trovato in casa dell’anziana quando i carabinieri sono entrati in casa e hanno trovato il corpo senza vita dell’anziana nella vasca da bagno fatto a pezzi. La figlia maggiore della donna, Rosa Fabbiano, è stata fermata per omicidio, vilipendio e occultamento di cadavere.

 

 

Si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Il corpo della vittima è stato trovato nella vasca da bagno, decapitato e parzialmente sezionato nel tentativo, forse, di sbarazzarsene. A fare la terribile scoperta, la minore delle tre figlie della donna, che vive a Trento, e alla quale era stato detto che la madre fosse stata trasferita in una Rsa.

 

 

I vicini raccontano che la donna viveva sola, non si vedeva nel quartiere da circa due mesi. Non stava affatto bene. Nei giorni precedenti l'anziana era uscita di casa in pigiama e aveva cominciato a vagare per le vie del paese. Erano stati i carabinieri ad accompagnarla a casa.

"La mamma ha smesso di soffrire". Sarebbe questa la confessione fatta alla sorella minore dalla 58enne fermata per aver ucciso e aver fatto a pezzi la mamma di 84 anni, che da mesi soffriva di una malattia che l'aveva resa non autosufficiente. Un dramma inquietante.