Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaiolo delle scimmie, "migliaia di casi, questione di ore". Matteo Bassetti mette in guardia e dà la ricetta per la quarantena

  • a
  • a
  • a

Nessun allarmismo ma i casi di vaiolo delle scimmie nel mondo sono destinati a diventare migliaia nel giro di pochissimo tempo. Parola di esperto, in questo caso Matteo Bassetti. "Siamo a oltre 300 casi di vaiolo delle scimmie in oltre 20 Paesi. Nelle prossime ore/giorni arriveremo a migliaia di casi, tanto che credo sia inutile continuare a dare numeri, scrive su Twitter il direttore della Clinica di malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova. Matteo Bassetti tocca anche il tema della quarantena.

 


"Subito quarantena per gli infetti" contagiati da vaiolo delle scimmie "e i loro contatti stretti per 21 giorni, come fatto da Uk e altri Paesi". L'infettivologo anche ieri si era espresso sulla situazione.
"Il virus - aveva detto Matteo Bassetti - non è mutato ed è lo stesso ’originale' in tutti i contagi (almeno di quelli del Portogallo); il vaccino per il vaiolo umano (chi lo ha fatto) sembra proteggere fino quasi al 90%, prova ne è che la quasi totalità dei casi riguarda giovani con meno di 40 anni non vaccinati".

 

 

Oggi intanto, a RaiNews24, il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa ha detto che "non siamo di fronte ad una emergenza. La situazione va monitorata e attenzionata. L’Istituto superiore di sanità ha dichiarato che abbiamo già la disponibilità di oltre cinque milioni di dosi" di vaccino antivaiolo, e "quindi siamo preparati eventualmente nel procedere qualora ve ne fosse la necessità", ha specificato ancora il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa. Una situazione sotto controllo ma ci si attrezza con gli esperti che dibattono il da farsi.