Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caserta, muore a 17 anni alla guida dell'auto: investe cinghiale poi lo schianto. Gravissimo l'amico

  • a
  • a
  • a

Tragedia in provincia di Caserta. Un ragazzo di 17 anni è morto infatti in un incidente d'auto causato da un cinghiale che è sbucato improvvisamente sulla strada e il giovane, che guidava senza patente l'auto dei genitori i quali non gli avevano dato il consenso, una Ford Fiesta, ha travolto il cinghiale, per poi perdere il controllo dell'auto che è finita fuori strada contro un muro. Uno schianto terribile che gli è stato fatale.

 

 

L'incidente è avvenuto la scorsa notte lungo la Provinciale che collega Pietramelara a Baia e Latina, nel Casertano. Il ragazzo, che avrebbe compiuto 18 anni ad agosto, viaggiava probabilmente ad alta velocità: era in compagnia di un coetaneo 17enne, tuttora ricoverato in prognosi riservata. Il 17enne al volante è stato estratto dalle lamiere ma è morto poco dopo per le gravi ferite riportate, mentre l'amico, anch'egli estratto dall'abitacolo, è stato condotto in ospedale in gravi condizioni ed è ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Caserta (entrambi di Baia e Latina).

 

Secondo informazioni di agenzia, il 17enne che viaggiava a bordo dell’auto che ieri sera mercoledì 25 maggio intorno alle 22, sulla strada Provinciale fra Pietramelara e Baia e Latina (Caserta), ha centrato in pieno un cinghiale finendo fuori strada, è in prognosi riservata e in pericolo di vita.  Nel violento impatto ha perso la vita l’altro ragazzo a bordo della vettura, anche lui 17enne (18 anni li avrebbe compiuti ad agosto). Stando a una prima ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Capua, guidati dal colonnello Paolo Minutoli, la macchina (di proprietà dei genitori della vittima) si è scontrata con il cinghiale, ha perso il controllo finendo prima in una cunetta, poi contro un muro, e infine si è ribaltata. A differenza di quanto accade spesso, in questa circostanza anche il cinghiale è deceduto, segno che l’impatto è stato molto violento. Sul posto i sanitari del 118 e i vigili del fuoco che hanno dovuto estrarre i due ragazzi dalle lamiere. I militari dell’Arma sono a lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.