Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Merano, studente si ustiona in officina: era in alternanza scuola-lavoro, è grave

  • a
  • a
  • a

Uno studente di 17 anni è rimasto ustionato ieri durante un’attività di alternanza scuola-lavoro in officina a Merano, in provincia di Bolzano. È rimasto ferito anche un operaio trentaseienne. Luca Redolfi, coordinatore nazionale dell’Unione degli studenti, parla di un giovane che "tutt’ora sta lottando tra la vita e la morte" e di "grossissima follia alla quale stiamo assistendo negli ultimi mesi, per l’ennesima volta ci troviamo a dover fare i conti con l’ennesimo caso di uno studente minorenne ferito quando dovrebbe essere in classe". 

 

 

Questo incidente "si aggiunge a una lunga lista di morti sul lavoro e all’interno delle scuole, morti causati da un sistema malato, volto solamente al profitto. Esprimiamo solidarietà e vicinanza alla famiglia, i compagni di scuola e gli amici del ragazzo", ha dichiarato inoltre Redolfi. "Evidentemente non sono bastate le morti di due ragazzi in stage durante questo inverno", dichiara Bianca Chiesa, dell’esecutivo nazionale dell’Unione Degli Studenti. "Nonostante le oceaniche mobilitazioni studentesche che si sono susseguite, chiedendo una riforma strutturale del rapporto tra scuola e lavoro, il Ministro Bianchi continua ad ignorare le richieste degli studenti, che rivendicano un diritto allo studio reale, sicuro e accessibile", aggiunge Chiesa.

 

 

Il ragazzo era impiegato in una carrozzeria a Merano quando si è verificato un ritorno di fiamma che lo ha colpito. Ora si trova in condizioni molto gravi, in prognosi riservata e in pericolo di vita. "Non staremo a guardare, il lutto non ci basta: seguiranno scioperi e mobilitazioni studentesche in tutto il paese" annuncia l’Unione degli Studenti.