Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Due auto cariche di mezzo quintale di droga: arrestato trafficante catanese

Esplora:

Christian Campigli
  • a
  • a
  • a

Un business che non conosce crisi. Un'attività illegale che fa guadagnare miliardi di euro alle organizzazioni malavitose italiane. Una struttura internazionale, con ramificazioni estese in tutta Europa. Forse persino in Sudamerica. Sono oltre quarantasette i chilogrammi di droga, tra cocaina e hashish, sequestrati questa mattina dai militari della guardia di finanza del comando provinciale di Catania, nell'ambito di indagini su un traffico internazionale di sostanze stupefacenti, provenienti dalla Spagna e diretti nel Nord Italia e in Sicilia.

 

 

Gli inquirenti stanno vagliando numerose ipotesi investigative: tra queste non è esclusa nemmeno la possibilità che la cocaina provenisse dalla Colombia. E che sia giunta a Madrid solo in un passaggio intermedio. Il primo intervento di questa complessa indagine ha preso il via grazie ad una serie di approfondimenti del nucleo di polizia economico-finanziaria. Gli uomini in divisa, appartenenti al gruppo meneghino di pronto impiego, hanno arrestato un quarantanovenne. Durante la perquisizione del Suv che guidava, i militari hanno trovato oltre dodici chilogrammi di cocaina e sedici chili di hashish, nascosti in un doppiofondo presente sull'automobile.

 

 

Successivamente, le fiamme gialle hanno perquisito anche un secondo mezzo a quattro ruote, sempre di proprietà del malvivente. In questo caso, sono stati ritrovati e sequestrati altri tre chilogrammi di cocaina e sedici chili di hashish. L'arresto dell'indagato, originario della provincia di Catania, su richiesta della Procura distrettuale sicula, è stato convalidato dal giudice per le indagini preliminari.