Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, nessuna regione a rischio alto. Continuano a diminuire anche i ricoveri

  • a
  • a
  • a

L'incidenza settimanale del Covid a livello nazionale continua a scendere e attualmente i casi sono 458 ogni 100.000 abitanti, prendendo in considerazione il periodo dal 6 al 12 maggio). Il dato precedente (29 aprile - 5 maggio) era 559. È quanto emerge dal monitoraggio della Cabina di regia dell'Istituto Superiore di Sanità. Nel periodo 20 aprile –3 maggio 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0.96, sostanzialmente stabile rispetto alla settimana precedente. L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero è al di sotto della soglia epidemica e in calo rispetto alla settimana precedente con un Rt a 0.84 al 3 maggio contro lo 0.91 al 26 aprile.

Dati incoraggianti anche sul fronte ospedaliero. Il tasso di occupazione in terapia intensiva scende al 3,4% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute relativa a giovedì 12 maggio) contro il 3,7% della settimana precedente (5 maggio). L'Iss rileva un calo anche nel tasso di occupazione relativo alle aree mediche che scende al 12,6% (sempre 12 maggio), contro il 14,5% del 5.

Sempre stando ai dati che sono stati diffusi dall'Istituto Superiore di Sanità, nella fase attuale nessuna regione o provincia autonoma è classificata a rischio alto per il Covid. Tre Regioni sono classificate a rischio moderato, di cui due per molteplici allerte di resilienza; le restanti regioni sono tutte classificate a rischio basso secondo il decreto del 30 aprile 2020. Tredici invece riportano almeno una singola allerta di resilienza. Ovviamente come sempre l'invito è quello di mantenere alta l'attenzione, cercando di evitare gli assembramenti e nel caso utilizzando la mascherina Ffp2. Rinnovato anche l'Invito anche a procedere con la campagna di vaccinazione, in particolare con i soggetti che si dovrebbero sottoporre alla quarta dose. Gli attualmente positivi "ufficiali", stando al bollettino di giovedì 12 maggio, restano ancora oltre un milione.