Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pedofilia, nei primi tre mesi del 2022 arresti aumentati del 50%

  • a
  • a
  • a

Aumentano gli arresti per pedofilia. Nel primo trimestre del 2022 il numero di arrestati è cresciuto del 50% rispetto al 2021. Lo rende noto la polizia postale, in occasione della Giornata per la lotta alla pedofilia. Nel 2021 il numero dei bambini sotto i 13 anni coinvolti in casi di pedopornografia e adescamento è aumentato del 38%. Nello stesso anno sono stati 5.613 i casi trattati dal Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia online del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, con un importante incremento di casi rispetto al 2020 (3.243). Cresce inoltre il numero di soggetti indagati per reati di pedopornografia e adescamento denunciati all'autorità giudiziaria, che nel 2021 sono stati 1.282, con un incremento pari all'8% rispetto al 2020.

“La pedofilia è una minaccia costante all’integrità di bambini e ragazzi che oggi travalica il mondo reale e si diffonde anche online. Nella Giornata Nazionale per la lotta alla pedofilia, la Polizia Postale e delle Comunicazioni ribadisce il suo impegno, innanzitutto repressivo, nella protezione delle piccole vittime di un crimine aberrante e vergognoso.” Lo afferma il dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Catania Marcello La Bella. Anche La Bella, come numerosi suoi colleghi dirigenti, spiega che “quanto accaduto negli ultimi due anni per l’emergenza pandemica ha accelerato i processi di avvicinamento tra bambini e internet, ha intensificato il rapporto di reciproca attrazione che già esisteva tra adolescenza e servizi di rete sociale online ed ha influenzato le abitudini quotidiane di ognuno di noi, imponendo una relazione sempre più stretta con il mondo virtuale, mostrando però altrettanto velocemente il suo lato oscuro”.

Una vera e propria emergenza che la Polizia Postale continua a combattere ogni giorno, affiancata dalle altre forze dell'ordine. L'utilizzo di computer e smartphone da parte dei minorenni dovrebbe avvenire sotto il controllo dei propri genitori e qualsiasi situazione sospetta andrebbe segnalata proprio alle forze dell'ordine.