Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gioia Tauro, in auto con 87 chili di coca in tre borsoni. Arrestato 36enne

Christian Campigli
  • a
  • a
  • a

Ottantasette chilogrammi. Suddivisi, con precisione chirurgica, in sessantatré panetti. Un quantitativo enorme di “neve”, pronta ad essere tagliata e poi immessa nel mercato. Perché il business della “bamba”, nel nostro Paese, non conosce né crisi né rallentamenti. Viaggiava a bordo di un automobile, con all'interno un enorme quantitativo di cocaina. ad alto grado di purezza. Un trentaseienne, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato questa notte dai carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria, con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti.

 

 

I militari, durante un servizio di controllo del territorio nella zona marina del porto, hanno notato, in piena notte, un'auto che alla vista della pattuglia ha repentinamente invertito il senso di marcia. Un atteggiamento di palese paura delle divise. Un gesto, però, tanto comprensibile, da parte del malvivente, quanto poco furbo. I carabinieri si sono ovviamente insospettiti e, in pochi attimi, hanno raggiunto la macchina incriminata. Nell'abitacolo, poggiati sul sedile posteriore, sono stati trovati tre borsoni scuri. In realtà, i militari erano convinti che quelle valigie potessero contenere delle armi. Quando le hanno aperte, hanno invece scoperto numerosi panetti plastificati, usati comunemente nel confezionamento della droga.

 

 

Al termine della perquisizione, sono stati contati sessantatré confezioni, per un totale di 87 chilogrammi di cocaina. Facendo un calcolo approssimativo, immessa sul mercato e tagliata in modo mediamente aggressivo, può arrivare a valere circa quindici milioni di euro. L'uomo è stato trasferito nel carcere di Palmi, dove è stato poi convalidato l’arresto. Gli inquirenti stanno indagando anche su un altro aspetto della vicenda: il ritrovamento in una zona poco distante dal porto non esclude possibili collegamenti con lo scalo merci. Un dubbio che dovrà essere dipanato al più presto.