Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è l'Arena: Edy Ongaro, l'italiano morto mentre combatteva con i russi. Il padre: "Non condividevo la sua scelta" | Video

  • a
  • a
  • a

"L'ultima volta ci siamo sentiti sette anni fa. Poi non più. Perché non voleva che io gl dicessi di tornare indietro. Ma tanto non si faceva comandare". Sono parole di Sergio Ongaro, il padre di Edy, miliziano italiano filo russo, morto in Ucraina sul fronte del Donbass. Dichiarazion rilasciate a Non è l'Arena, la trasmissione di La7 condotta da Massimo Giletti. Mentre Giletti conduceva da Odessa, colpita dai missili, è stato mandato in onda il servizio sul miliziano italiano. "Noi ci si incontrava poco e per telefono", ha aggiunto il padre di Edy Ongaro.

Alla domanda se condivideva la scelta del figlio di combattere, la risposta non lascia spazio a dubbi: "No. Né con i filo russi, né con i filo americani, né con i filo niente. Le guerre non mi sono mai piaciute, le battaglie sì, ma non le guerre. Mi rimproverava, mi diceva che io ero cambiato e non ero più un compagno, Invece no. Perché è partito? E' una bella domanda. Non lo so, Era uno che aiutava tanto gli altri, lui era uno così".

Durante il servizio è stata mandata in onda anche un'intervista a Massimo Pin del Collettivo Stella Rossa Nord Est: "Edy per me era un amico, un militante politico che paga. Era un partigiano internazionalista anti fascista. Questo è il termine più adeguato. Assolutamente non era un mercenario, viveva questo afflato internazionalista in maniera molto forte e questo l'ha portato a raggiungere quei territori". Pin ha negato che il miliziano fuggisse dalla giustizia italiana: "Ba**e, aveva dei precedenti perché durante una rissa aveva colpito un carabiniere che era intervenuto per sedarla. Stava già scontando la pena con i domiciliari in attesa dei processi. L'eventuale pena di un anno non porta una persona a raggiungere un territorio del genere. La sua è stata proprio una scelta che sicuramente aveva maturato dentro di sé già da prima". Clicca qui per il video su Edy Ongaro.