Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Meteo, le previsioni: più freddo della media, ma clima stabile. Emergenza per la mancanza di pioggia

  • a
  • a
  • a

Sul fronte meteo settimana al via con temperature sotto le medie soprattutto al centro sud, poi si rinforza l’anticiclone: nei prossimi giorni clima più mite e tempo stabile. Nessuna tregua in vista per la siccità che soffoca il nord del Paese: la situazione è critica soprattutto al nord-ovest dove non si vedono precipitazioni significative da oltre 3 mesi. Dall’Europa orientale verso l’Italia si estende un campo di alta pressione che sul lato occidentale blocca l’avanzata delle perturbazioni atlantiche, mentre sulla parte orientale favorisce afflussi di aria fredda principalmente verso l’area del Mar Nero, i Balcani e la Grecia. Questa massa d’aria riesce a lambire marginalmente anche l’Italia, mantenendo un clima più invernale che primaverile proprio in concomitanza con l’inizio della primavera astronomica. La nuova settimana comincia, quindi, con temperature sotto la media, ma con condizioni di stabilità sempre più diffusa a partire dal centro nord. Al sud e sulle Isole saranno inizialmente ancora presenti dei residui annuvolamenti accompagnati da sporadiche precipitazioni, ma in rapido miglioramento. Entro mercoledì le correnti fredde si attenueranno lasciando il posto all’alta pressione, accompagnata da una massa d’aria più mite che determinerà un sensibile rialzo termico fino a valori anche sopra la media, con punte intorno ai 20 gradi in un contesto di tempo stabile e sostanziale assenza di precipitazioni.

Le previsioni per le prossime ore. Tempo stabile e in prevalenza soleggiato al centro nord con qualche residuo addensamento tra il Lazio e le vicine zone appenniniche e, inizialmente, a ridosso delle Alpi occidentali. Nuvolosità irregolare alternata a qualche schiarita al Sud e sulle isole maggiori, dove saranno possibili deboli e sporadiche precipitazioni, più probabili su Sicilia e Sardegna orientale, nevose oltre 700-1000 metri. In serata tendenza a un esaurimento dei fenomeni. Un po’ di freddo al primo mattino. Temperature massime senza notevoli variazioni; valori ancora sotto la media in molte regioni, ma con le anomalie più ampie soprattutto lungo l’Adriatico, nel versante ionico e sulle isole. Venti in prevalenza deboli al nord, fino a moderati o tesi da est o nord est al centro sud. Mari da poco mossi a mossi; localmente molto mossi il basso Ionio e i Canali delle Isole.

Le previsioni per martedì. Tempo stabile in tutta l’Italia, con cielo praticamente sereno ovunque al Nord e al Centro; poche nubi sparse alternate ad ampie schiarite al Sud e nelle Isole. Inizio giornata ancora all’insegna del freddo, con minime localmente vicine allo zero. Massime quasi ovunque in leggera ripresa, ma ancora sotto la media al centro sud. Ventoso per venti di Maestrale e Tramontana su medio Adriatico e Sud peninsulare, orientali in Sardegna, da nord-nordest nel Ponente ligure. Mari mossi o localmente molto mossi Ligure occidentale, basso Adriatico, Ionio, Tirreno sud-occidentale, Mare e Canale di Sardegna; per lo più poco mossi gli altri bacini.

Le previsioni per mercoledì. Tempo ben soleggiato con nuvole praticamente assenti al Centro-Nord e in Sardegna. Anche al Sud e in Sicilia prevarrà comunque il sole con solo qualche temporaneo annuvolamento, in particolare a ridosso dei monti nelle ore centrali del giorno. Temperature in diffuso aumento sia nelle minime che nelle massime; valori pomeridiani anche sopra le medie al Centro e soprattutto al Nord con punte a sfiorare i 20 gradi. Insistono venti fino a moderati settentrionali su medio e basso Adriatico, Puglia e alto Ionio, da est nel Canale di Sardegna. Residui rinforzi da nord nel Ponente ligure, altrove venti deboli. Mari: mossi o localmente molto mossi Ligure occidentale, medio e basso Adriatico, Ionio, Mare e Canale di Sardegna; per lo più poco mossi gli altri bacini.