Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

No vax, la moglie di Bassetti racconta l'aggressione: "Ho avuto paura". Insulti anche dal prof del figlio che ora vuole cambiare cognome

  • a
  • a
  • a

Minacciato di morte, insultato, assediato dalle telefonate anonime. E sabato scorso aggredito mentre era insieme alla moglie. E' un periodo difficile quello che stanno vivendo l'infettivologo Matteo Bassetti e la signora Chiara Milano-Vieusseux. E' lei a raccontare quello che è accaduto lo scorso fine settimana: "Ero terrorizzata. Erano a una decina di metri da noi, ci insultavano, facevano cori, gridavano contro mio marito: 'Bassetti sei una me***.', 'Vattene da Genova' 'Ora veniamo e ti spacchiamo la faccia'. Poi hanno minacciato di avventarsi su di noi, e altri facevano la scena di tenerli. Tremavo, ho avuto paura che volessero picchiarci veramente".

Una ventina gli aggressori, mentre Bassetti e consorte stavano consumando un aperitivo in un bar di Genova. Non c'era la scorta, già assegnata al medico del San Martino dopo le ripetute minacce dei mesi passati. La moglie ha raccontato quanto accaduto in una intervista al Corriere della Sera. Si è molto impaurita e il marito ha deciso di chiamare la polizia. Gli agenti quando sono arrivati hanno identificato sette persone, ovviamente tutti no vax. Forse una coda alla manifestazione che come ogni sabato, da 43 settimane, c'era stata fino a poco tempo prima". L'esposizione mediatica a cui non si è sottratto l'infettivologo, per cercare di spiegare agli italiani il Covid, come difendersi e l'importanza del vaccino, ha letteralmente stravolto la vita di Matteo Bassetti e dei suoi familiari.

"È assurdo - spiega ancora la moglie - che un medico, solo perché si è esposto per parlare del Covid, debba andare in giro con agenti armati. Come un pentito di mafia oppure un magistrato che rischia per le sue indagini. È incredibile la situazione che si è creata in Italia. E devo dire che la Digos sta facendo un lavoro esemplare, ha identificato centinaia di persone, fatto perquisizioni e sequestri. Poi però tutte queste denunce non portano a nulla". E le minacce spaventano anche i figli. La coppia, infatti, ha due bambini. Il più piccolo ha tredici anni e di recente ha vissuto un episodio spiacevole che ha innescato una reazione preoccupante. E' sempre Chiara Milano-Vieusseux a raccontare: "Si è trovato in mezzo a una manifestazione in cui gridavano di tutto contro il padre. Si è avvicinato ai poliziotti e ha cercato protezione: 'Io sono il figlio di Bassetti' ha detto loro. Al grande una supplente a scuola ha iniziato a insultare il padre. Una volta mi ha detto che forse era meglio cambiare cognome e prendere il mio, non sono cose che fanno stare bene".